lettera-m-teschiMalgrado non abbia la fama monumentale delle “Porte Sante” né, tantomeno, la maestosa sacralità di Santa Croce, a Firenze basta dire Trespiano per intendere cimitero. Prende il nome dalla frazione collinare appartenente al Quartiere Campo di Marte sulla via Bolognese che ormai condanna anche i residenti vivi a considerarsi nominalmente defunti. Se a Firenze uno dice: “Abito a Trespiano“, l’altro gli risponde, immancabilmente: “Allora tu sse’ morto!“. E sogghigna. Il toponimo Trespiano è una corruzione di trans planum, più o meno “cima pianeggiante“, e in essa il cimitero si estende per alcuni ettari su uno splendido declivio il solo guardare il quale ispira pace. Eterna, in questo caso. Nato il 1° maggio 1784, quando i Lorena vietarono i seppellimenti nelle chiese e all’interno dei centri abitati, il cimitero di Trespiano, data la grandiosità dello scenario che gli si apre di fronte, si è meritato l’appellativo di “Valle di Giosafat Fiorentina“. (Nella biblica Valle di Giosafat si identifica il luogo del Giudizio Finale…). Il cimitero ad oggi è il più grande luogo di sepoltura italiano e, aggiungiamo noi, un luogo mozzafiato racchiuso nel verde delle vallate fiorentine che val sì una visita approfondita fra le sue salite e discese perdendosi nei marmi e bronzi disseminati ovunque.

GALLERIA IMMAGINI

PERSONAGGI FAMOSI SEPOLTI NEL CIMITERO DI TRESPIANO

fratelli Carlo e Nello Rosselli-giornalisti,  Giuseppe Poggi-architetto, Mario Fabiani-politico, Lando Conti-politico, Piero Bargellini-scrittore, Gaetano Pieraccini-medico, Ernesto Rossi-giornalista, Gaetano Salvemini-politico, Piero Calamandrei-politico, Spartaco Lavagnini-sindacalista, Aldobrando de’ Medici Tornaquinci-imprenditore, Ettore Nava, Luigi Dallapiccola-compositore, Ugo Schiff-chimico, Paola Pezzaglia o Paolina Pezzaglia Greco-attrice, Carlo Betocchi-poeta, Rosa Balistreri-cantante, Gastone Brilli Peri-pilota automobilistico,pilota motociclistico e ciclista.

©Il copyright delle foto presenti nel sito appartiene a Visit Cemetery®. Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale. Grafica, contenuti e layout di tutte le pagine sono di esclusiva proprietà di Visit Cemetery® e dei rispettivi autori†

DOVE SI TROVA:

banner-mamiva