lettera-e-teschiEsch-sur-Alzette è la seconda città per importanza dello stato del Lussemburgo e seconda più popolosa. Proprio qui vi è il cimitero di San Giuseppe e definirlo cimitero risulta assai difficile. Due entrate sormontate da cancelli in ferro forgiati a mano conducono lungo i vialetti i passanti o i familiari dei defunti. Non più lontano del mese di marzo del 2015, vennero raccolte più di 900 firme da parte dei cittadini di Esch-sur-Alzette per fermare l’apertura notturna del cimitero definendolo pericoloso e non consono in quanto non doveva essere definito come parco pubblico, ma come un luogo di raccoglimento spirituale. Il cimitero di San Giuseppe di Esch-sur-Alzette vede la posa della prima pietra nel lontano 1905 nella zona denominata allora “Lallenger Deich” ed ampliato dieci anni più tardi. Inizialmente fu un cimitero ebraico e poi durante l’espansione dell’urbanizzazione divenne un luogo di sepoltura anche per famiglie lussemburghesi attirate dalla zona mineraria di Esch-sur-Alzette. Ad oggi sono presenti un centinaio di tombe adornate con bellissime sculture, ma prima degli anni ’90 se ne potevano vedere molte di più. Infatti questo cimitero è stato oggetto di dissacrazioni e vandalismo selvaggio. Un vero peccato aver perso una piccola perla di cultura lussemburghese in questa città.

 

GALLERIA IMMAGINI

©Il copyright delle foto presenti nel sito appartiene a Gerty Neven. Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale. Grafica, contenuti e layout di tutte le pagine sono di esclusiva proprietà di Visit Cemetery® e dei rispettivi autori †

PERSONAGGI FAMOSI SEPOLTI NEL CIMITERO DI SAN GIOVANNI ESCH SUR ALZETTE DI LUSSEMBURGO

Edmond Kalmes, Gregoire Barble-ingegnere, Gustave shopen-architetto, Jean Mitch-artista.

DOVE SI TROVA:

banner-mamiva