lettera-n-teschiNella dinamica e cosmopolita Toronto c’è un angolo di terra verde e silenzioso; parliamo dell’area su cui sorge il cimitero cattolico di Mount Hope. Il cimitero, sorto solo nel 1898, è l’unico cimitero cattolico attivo della città. Il suo nome è stato ideato dall’arcivescovo John Walsh, investito anche per la benedizione dell’area. Primo uomo ad essere sepolto nella giornata del 27 Marzo del 1900 un certo E. Sullivan. La storia del cimitero è stata costellata da trattative, vendite e prezzi proibitivi della terra. Si parla addirittura di un acquisto dell’area da parte di privati seguita da una successiva rivendita allo stesso prezzo a favore dell’arcidiocesi. Il tutto assume un senso e diventa comprensibile se si considera la resistenza incontrata dai cattolici in quegli anni per affermarsi nel tessuto sociale della città. Memore di questi retroscena il cimitero di Mount Hope porta i segni di queste trattative con confini e profili nuovi e raccoglie spoglie e storie di prelati, sacerdoti, religiosi, filantropi, scrittori e persone comuni.

skull

TOMBA DI LONNIE JOHNSON

Lonnie-Johnson

Alonzo Johnson, in arte Lonnie Johnson, è stato un cantante e chitarrista di New Orleans. Definito il progenitore di tutti i chitarristi, Lonnie è stato in grado di fondere il jazz con il blues ispirando musicisti leggendari come B.B.King, il virtuoso belga Django Reinhardt e la leggenda del blues Robert Johnson. La sua carriera ebbe inizio con alcune esibizioni vocali nella città di New Orleans ed un tour in Inghilterra che lo portò a suonare per le truppe militari della Prima Guerra. Al ritorno dal tour una tragica notizia: tutta la sua famiglia, eccetto il fratello, era morta per un’epidemia influenzale. Decise così di cambiare aria trasferendosi a St.Louis ed è da qui che ebbe inizio il suo vero successo registrando per diverse etichette discografiche un’impressionante quantità di materiale. Seppur meritatissimo, il successo iniziò a calare e all’inizio degli anni 50 Lonnie abbandonò il palco per vestire i panni di un ascensorista in un hotel di Philadelphia. Per fortuna la sua assenza dalle scene non durò a lungo e Lonnie tornò alla sua vera passione aprendo un suo club a Toronto, l’Home of the Blues. Tragica data il 1969, anno in cui, a causa di un incidente stradale, Lonnie riusciva a fatica a suonare la sua amata chitarra. Due anni più tardi l’infarto che lo spense all’età di 71 anni. Questo mito della musica ora riposa nel cimitero di Mount Hope e chissà se passando presso la sua tomba riuscirete a sentire le corde della sua chitarra suonare il suo inimitabile jazz/blues.

GALLERIA IMMAGINI

Personaggi Famosi sepolti nel cimitero di Mount Hope di Toronto

Margaret Anglin-attrice, Timothy Warren Anglin-editore, Morley Callaghan-scrittore, Francis “King” Clancy-giocatore di hockey, Cal Gardner-giocatore NHL di hockey, Arthur W. Holmes-architetto, Louis Quilico, Reginald “Hooley” Smith-giocatore di hockey, Frederick Albert Tilston, Jean Wilson, William R. Allen, Denis T. O’Connor, Frank Tunney, Annie Thompson, Lonnie Johnson-chitarrista e cantante di blues/jazz, Vern B. Moore.

©Il copyright delle foto presenti nel sito appartiene a Glen Hanhams. Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale. Grafica, contenuti e layout di tutte le pagine sono di esclusiva proprietà di Visit Cemetery® e dei rispettivi autori†

DOVE SI TROVA:

banner-mamiva