lettera-c-teschiChi apprezza le visite cimiteriali non può assolutamente perdersi la scoperta del cimitero della Misericordia di Pistoia, un gioiello incastonato nella vallata e affiancato da un fiumiciattolo che regala al visitatore sin dall’ingresso un gusto antico da assaporare, 400 anni di storia fermi lì solo per farsi ammirare. Il primo nucleo del Cimitero Privilegiato della Misericordia risale al 1767; in questa data il Granduca Pietro Leopoldo dispose l’allontanamento delle sepolture dall’interno della città murata. Appena entrati nella parte più antica del Cimitero troverete la “casa del Cappuccino”, pensata come una piccola abitazione del custode. Ed è già qui che viene data la possibilità al visitatore di rivivere la storia del culto funebre, guardando da vicino un vecchio carro usato dalla Confraternita e il vestiario usato nei secoli per accompagnare il rito. Di carri funebri originali, in legno dipinto, risalenti principalmente al XIX e XX secolo, ne troverete diversi e l’emozione nel vederli e toccarli è assicurata. Vi ritroverete piacevolmente persi ad ammirare le vecchie lapidi, gli intagli preziosissimi,le citazioni dantesche ma l’apice della sorpresa sarà sotto i vostri piedi..imboccando le giuste scale vi ritroverete nei corridoi sotterranei con sepolture antiche, impolverate e anche un po’ inquietanti, abbandonate e vive. Siamo certi apprezzerete..

GALLERIA IMMAGINI

©Il copyright delle foto presenti nel sito appartiene a Visit Cemetery®. Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale. Grafica, contenuti e layout di tutte le pagine sono di esclusiva proprietà di Visit Cemetery® e dei rispettivi autori†

Pesonaggi Famosi Sepolti alla Misericordia di Pistoia

Aldo Frosini-pittore, Marino Marini-pittore, Corrado Zanzotto-pittore

DOVE SI TROVA:

Visualizzazione ingrandita della mappa

banner-mamiva