O, Gorizia, tu sei maledetta
per ogni cuore che sente coscienza;
dolorosa ci fu la partenza
e il ritorno per molti non fu…

lettera-q-teschiQuesto ritornello di una canzone popolare cantata dai militari italiani durante la Grande Guerra rende appieno lo spirito in cui il cimitero centrale di Gorizia si presenta ai suoi visitatori. Non si sa dire quale delle sue tombe sia la più importante; se siano le sepolture più antiche poste nelle due cripte ai lati dell’ingresso principale o la tomba di Nino Paternolli morto sulle montagne goriziane.
La città di Gorizia è sempre stata contesa fra diverse popolazioni fin dall’antichità con l’avvento dei romani passando per l’Impero Asburgico e successivamente da moltissimi altri popoli confinanti. Per questo Gorizia non ha un solo nome, ma bensì 4 come lo sloveno Gorica, il tedesco Görz ed il friulano Gurize. Tutta storia che potrete leggere con lo sguardo attento nella vostra visita al cimitero, dalle tombe dedicate ai partigiani, ai caduti delle due guerre e a quelle della Xª Flottiglia MAS.
Partizioni, conflitti e rancori ormai sopiti; questo si respira al cimitero centrale di Gorizia.

GALLERIA IMMAGINI

PERSONAGGI FAMOSI SEPOLTI NEL CIMITERO CENTRALE DI GORIZIA

Giorgio Bombing-primo podestà di Gorizia,  Benno Formentini, Carlo Favetti, Carlo Antonio Pedroni-fondatore dell’AGI, Guido Hugues, Nino Paternolli-alpinista, Giovanni Rismondo, Carlo Venuti, Oddone Lenassi, Cesare Augusto Seghizzi-maestro di musica, Federico Colinelli-tenente medaglia d’oro, Attilio Colinelli-capitano medaglia d’oro.

©Il copyright delle foto presenti nell’articolo appartiene a Roberta Wilde. Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale. Grafica, contenuti e layout di tutte le pagine sono di esclusiva proprietà di Visit Cemetery® e dei rispettivi autori †

DOVE SI TROVA:

banner-mamiva